Calcolo ponti termici: tutto quello che ti serve sapere

Calcolo dei ponti termici: che cosa sono, la normativa vigente ed i software da conoscere per calcolarli correttamente. Tutto nel nostro articolo!

 

Una delle specializzazioni più richieste in Architettura ha a che fare con il calcolo dei ponti termici. L’analisi e le soluzioni architettoniche per la correzione dei ponti termici negli edifici sono complicate da realizzare: è un aspetto del lavoro di architetto in continuo aggiornamento, che necessita di un approfondimento costante.

 

Calcolo ponti termici: che cos’è un ponte termico e come si calcola

 

Quando ti viene richiesto di procedere con una riqualificazione edilizia o di una nuova costruzione, è importante procedere con una corretta analisi dei ponti termici. Il calcolo ponti termici non è una passeggiata: servono esperienza, professionalità e formazione costante per garantire la massima resa dell’intervento architettonico ed, anche, per fare una buona impressione per il tuo prossimo cliente.

 Il calcolo dei ponti termici richiede conoscenza degli aspetti generali di un ponte termico e la conoscenza – secondo la specifica tecnica UNI TS 11 300 (http://11300.cti2000.it) – delle specifiche caratteristiche del fenomeno con cui andrai ad interagire durante la riqualificazione di un edificio o di una nuova costruzione.

Quali sono gli aspetti generali di un ponte tecnico? Scopriamo la sua definizione, classificazione e gli effetti sulla resa del confort abitativo di una costruzione.

 

Che cos’è un ponte termico?

 

Un ponte termico è la zona in cui la disomogeneità del materiale e le sue variazioni di forma causano un aumento del valore del flusso termico ed una variazione della superficie esterna dello stabile.

La presenza di un ponte termico influisce notevolmente sulla quantità di calore disperso attraverso le pareti dell’edificio che andiamo ad analizzare. La riqualificazione di uno stabile o di una nuova costruzione, quindi, passa per il calcolo (e la conseguente correzione) dei ponti termici.

 

Quanti e quali tipi di ponti termici esistono?

 

La risposta è semplice, due: ponte termico di struttura e quello di forma. La prima tipologia di ponte termico riguarda il materiale perché in presenza di elementi che conducono il calore in modo diverso tra di loro, aumenta la potenza del flusso termico: quando due materiali molto diversi tra loro non collimano correttamente, ecco che il calore si disperde più facilmente.

Nel secondo caso, invece, riguarda la forma dei materiali che causerebbe un potenziamento del flusso termico: spigoli, intercapedini (come tra parete e solaio o parete ed infissi) sono i classici esempi in cui è la geometria dei materiali e delle forme degli stessi utilizzati ad essere la causa di una richiesta maggiore di energia per riscaldare un ambiente e la diminuita capacità dell’edificio di trattenere il calore.

 

Dove vengono individuati i ponti termici?

 

Questi sono solitamente da cercare tra le intercapedini e le intersezioni tra materiali e forme degli elementi architettonici. Tradotto devi cercare il cuore d’oro (ti ricordi la pubblicità della Crispo della tua infanzia? Ecco, ti troverai a cercare i ponti termici con lo stesso entusiasmo con cui cercavi quel “maledetto” cuoricino nei confetti!) tra travi, pilastri, balconi, finestre, davanzali e nelle intersezioni tra i giunti architettonici dell’edificio o della nuova costruzione per cui hai necessità di calcolare ponti termici.

 

Perché bisogna calcolare i ponti termici e perché questo fenomeno ha effetto sul comfort dell’edificio?

 

I ponti termici in un edificio determinano una dispersione del calore ed una successiva richiesta di energia per riscaldare gli ambienti e mantenere il calore stesso molto più alta. La loro presenza, quindi, risulta invalidante per una nuova costruzione o, anche, di un fabbricato già esistente. Per questo si parla di analisi e correzione dei ponti termici per la riqualificazione (o la qualificazione) energetica di un edificio.

Tenere sotto controllo la dispersione del calore attraverso il calcolo dei ponti termici diventa fondamentale.

La qualità della vita all’interno degli ambienti dell’edificio è data anche dalla presenza invasiva o meno di ponti termici perché incidono sull’efficienza energetica dell’edificio, sulla quantità di energia richiesta per generare e mantenere il calore (quindi, sui consumi della costruzione) e sulla qualità stessa del fabbricato in termini di salubrità e di comfort.

Capisci bene adesso perché esiste una specializzazione richiesta anche in termini di crediti formativi per architetti inerenti all’analisi e lo studio delle soluzioni architettoniche per la correzione dei ponti termici negli edifici.

Scopri il corso: http://corsi.archinfo.it/corsi/ponti-termici/

 

Calcolo dei ponti termici

 

E’  in fase progettuale che, spesso, avviene la magia: se si tratta di una nuova costruzione quella sulla quale intervenire, infatti, l’architetto ha vita abbastanza facile. Se, invece, quella con cui abbiamo a che fare è una costruzione datata (e quindi parliamo di riqualificazione energetica) la cosa si fa più complessa ma con la giusta analisi, le soluzioni architettoniche le trovi facile!

Il calcolo ponti termici è disciplinato dalla UNI TS 11300:2014 che – vedrai tra poco – ha subito qualche variazione. Determinare il fabbisogno energetico di un edificio per la massima resa termica in ogni stagione è la risultate di due calcoli che determinano i ponti termici:

  • il calcolo numerico derivante dall’analisi degli elementi finiti (UNI EN ISO 122211:2008): i software di analisi calcolo ponti termici permettono di rappresentare qualunque tipo di ponte e di qualunque forma, calcolando i risultati necessari alla progettazione della soluzione architettonica da realizzare. Sono due le tipologie di risultati che si possono ottenere, grafici e numerici, questi ti daranno la strada per trovare la soluzione più attinente al tuo problema.
  • calcolo con gli atlanti dei ponti termici (UNI EN ISO 13683:2008): atlante dei ponti termici? Sì, semplice: è una raccolta degli schemi di ogni tipo e combinazione di ponti termici esistenti con lo scopo di fornire valori utili a determinare la soluzione più adatta alla richiesta del professionita.

Nel corso che ti suggeriamo troverai anche il glossario completo per gestire al meglio l’analisi e le soluzioni architettoniche per la correzione dei ponti termici negli edifici quando hai necessità di realizzare un intervento di riqualificazione edilizia o di una nuova costruzione.

Calcolo dei ponti tecnici secondo la nuova direttiva UNI TS 11 300

 

Nel 2015 vengono rivisti i criteri di calcolo dei ponti termici. La revisione riguarda le parti 1 e 2 della direttiva UNI EN ISO 11300: le regole diventano più severe per garantire una migliore progettualità per gli architetti ed una resa più efficace per i proprietari degli edifici oggetti di riqualificazione o nuove costruzioni in cui si verifica la necessità di un calcolo ponti termici.

Sarà necessario un corso di formazione (online, magari) per gli architetti per acquisire queste nuove competenze inerenti alle modifiche avvenute alla normativa nel corso degli ultimi anni. L’aggiornamento costante è sempre necessario, anche al fine di acquisire crediti formativi per architetti sul calcolo dei ponti termici ed argomenti affini.

Il calcolo degli elementi finiti resta valido ma, come disciplinato dalla norma UNI EN ISO 10211, ha regole molto più stringenti rispetto al passato. Il metodo degli atlanti (o albi) per il calcolo dei pinti termici resta anch’esso valido ma con una normativa differente: la UNI EN ISO 10211 e la UNI EN ISO 14683 disciplinano la materie con delle restrinzioni.

  • può essere utilizzato solo per edifici esistenti
  • è abolita la maggiorazione percentuale semplificata.

 

Software gratuito calcolo ponti termici

 

Il calcolo dei ponti termici ad elementi finiti (come suggerisce la normativa UNI EN 10211 per garantire la migliore delle prestazioni energetiche e geotermiche) può essere effettuato con un software che permette, attraverso un’interfaccia semplice ed intuibile, di simulare innumerevoli ponti termici e calcolare i coefficienti che ti servono per la tua progettazione.

Un software per il calcolo ponti termici lo puoi trovare in Therm. Questo software gratuito (che impari ad utilizzare seguendo il nostro corso online) è molto affidabile per i calcoli richiesti, sopratutto con il calcolo delle trasmittanze e dei valori di riferimento per i ponti termici.

Oltre a questi, esistono davvero tantissimi software gratuiti o con licenza da utilizzare per il calcolo dei ponti termici. Devono essere tutti implementati, ovviamente, secondo i requisiti di valutazione della norma UNI EN ISO 10211.

 

Calcolo ponti termici e crediti formativi per architetti

 

Gli interventi di riqualificazione edilizia o le nuove costruzioni necessitano di una corretta analisi dei ponti termici (esistenti e da progettare) al fine di realizzare soluzioni architettoniche durevoli nel tempo e di alta qualità. Questo puoi ottenerlo conoscendo a fondo la normativa vigente e gli strumenti che ti permetteranno di analizzare e calcolare i ponti termici, comprensivi di software calcolo ponti termici. Un bagaglio di competenze che ti servirà per diventare un professionista migliore e più consapevole del proprio operato.

Inoltre, oltre alla legislazione, all’analisi e progettazione, all’uso dei software di calcolo ponti termici, approfondire le conoscenze sull’argomento ti permetteranno anche di acquisire crediti formativi per architetti, come richiesto dal trienni formativo obbligatorio che sta per concludersi.

Il corso che ti proponiamo è utile al riconoscimento di ben 10 crediti CFP, obbligatori per gli architetti.

Vuoi maggiori informazioni sull’argomento? Qui il nostro articolo di riepilogo sui crediti formativi per architetti 2018.

Crediti formativi architetti: cosa cambia nel 2018?

Ora sai tutto quello che ti serve sapere sul calcolo ponti termici. Il resto puoi scoprirlo nel nostro corso online sui ponti termici, puoi anche guardare una lezione gratuita e capire se è il corso giusto per te!

Analisi e soluzioni architettoniche per la correzione dei ponti termici negli edifici

 

Carrello

Scopri come ricevere un'offerta personalizzata o sapere la tua situazione crediti su iM@teria: CLICCA QUI

Informazioni sui corsi?

Seguici sui Social!

CORSO AGGIORNAMENTO COORDINATORI