Sicurezza nei cantieri: le novità introdotte dal D.Lgs. 81/08 per i coordinatori

I coordinatori per la sicurezza nei cantieri hanno ad oggi l’obbligo di aggiornarsi a causa del Decreto Legislativo 81/08. Innanzitutto, per ricoprire questo ruolo bisogna avere dei requisiti che la norma ha stabilito e solo dopo, ogni cinque anni, sarà obbligatorio aggiornarsi rispetto a questa materia.

I professionisti nel settore dell’architettura devono quindi mantenere le proprie competenze nel tempo, attraverso dei percorsi formativi obbligatori che consentono un continuo aggiornamento sulle norme sempre più articolate e in continua evoluzione. Quindi il corso per coordinatori per la sicurezza nei cantieri è finalizzato sia a garantire il mantenimento delle qualifiche, sia il miglioramento delle competenze dello specifico settore.

Potrebbe interessarti anche questo articolo “4 cose che devi sapere sull’aggiornamento quinquennale per CSE/CSP”

 

 

Il Decreto Legislativo 81/08 aggiornato a Maggio 2017

 

Partiamo prima dalle disposizione che sono contenute all’interno di questo decreto che rappresentano l’attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n.123 per riassettare le norme vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

In questo documento si esprime la volontà di coordinare e riordinare queste normative in un testo unico, nel pieno rispetto delle leggi europee e delle convenzioni internazionali in materia.

Il decreto legislativo si applica a tutti i settori, sia pubblici che privati, e a tutte le tipologie di rischio cui è sottoposto il lavoratore dipendente.

Ecco tutte le novità introdotte a Maggio 2017

 

Puoi trovare tutto il testo completo a questo link: qui. In sintesi, ecco tutte le novità introdotte dal Decreto Legislativo 81/08 per la sicurezza sul lavoro.

  • Il 9 settembre 2016 era stato emanato un decreto dirigenziale in cui è contenuto l’elenco dei soggetti abilitati all’effettuare periodicamente verifiche rispetto alle attrezzature utilizzare sui luoghi di lavoro. Inoltre ritroviamo l’aggiunta dell’Accordo che lo Stato aveva effettuato con le Regioni per l’individuazione della durata e dei contenuti dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e di protezione ai sensi del D. Lgs, del 9 aprile 2008, numero 81.
  • Anche il regolamento che contiene le regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP (Sistema informatico nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro), oltre che le regole che riguardano il trattamento dei dati personali è stato incorporato nel decreto legislativo grazie a questo aggiornamento.
  • Infine, ritroviamo il recente rinnovo subito dalle abilitazioni periodiche, ossia il decreto interdirettoriale numero 35/17, che regolamenta proprio il rinnovo dell’iscrizione negli elenchi dei soggetti abilitati ad effettuare le verifiche periodiche rispetto alle attrezzature sui posti di lavoro. Questo rinnovo può avvenire solo entro 190 giorni dal momento in cui avviene la scadenza dell’abilitazione.

 

 

Sicurezza nei cantieri: tutto quello che hai bisogno di sapere

 

Il cantiere è uno dei luoghi di lavoro su cui i rischi sono elevanti, dove quindi la prevenzione, il controllo e la tutela sono necessari per garantire il rispetto delle regole che, di conseguenza, accerta la messa in sicurezza di ogni singolo operaio.

Il Decreto Legislativo di cui ti stiamo parlando, infatti, impartisce una serie di norme che il datore di lavoro deve rispettare. Nello specifico, il soggetto deve adottare tutte le misure conformi alle prescrizioni, deve predisporre delle recinzioni e l’accesso al cantiere con delle modalità che siano facilmente individuabili da parte del lavoratore e curare la disposizione del materiale sul luogo di lavoro per evitare crolli o ribaltamenti. Inoltre, il datore di lavoro ha il dovere di curare la salute dei suoi dipendenti, evitando che vengano sottoposti alle influenze atmosferiche.

Anche i materiali pericolosi vengono presi in considerazione all’interno di questo decreto. Questi infatti devono essere rimossi, previo coordinamento con il responsabile del lavoro o con il committente. Lo stoccaggio e l’evacuazione di ogni detrito deve avvenire in maniera corretta.

La normativa è molto complessa e riguarda diversi ambiti di applicazione. Inoltre spesso viene aggiornata, quindi provare da soli a stare al passo con questi cambiamenti è davvero impossibile. Ma districarsi in queste argomentazioni non è impossibile, se sai come farlo.

Ecco perché è necessario optare per un corso di formazione che ti permetterà di ottenere le certificazioni di cui hai bisogno per continuare a praticare la tua professione, oltre che imparare tutto quello che concerne te e il tuo posto di lavoro. 

Cerchi un corso di aggiornamento sulla sicurezza nei cantieri?

Adempi agli obblighi di legge senza sottrarre tempo alla tua famiglia con noiosi e dispendiosi corsi in aula

Vai al corso elearning

Carrello

Scopri come ricevere un'offerta personalizzata o sapere la tua situazione crediti su iM@teria: CLICCA QUI

Informazioni sui corsi?

Seguici sui Social!